[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecnico

Spazio dedicato a qualunque cosa abbia a che fare con il club...

Moderatore: bob_rock

Rispondi
Avatar utente
Cigar Club Ambrosiano
Messaggi: 29
Iscritto il: 02 mar 2005 21:18
Cigar Club CCA: CCA Milano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecnico

Messaggio da Cigar Club Ambrosiano » 11 nov 2008 18:28

Sabato 15 novembre, grazie alla disponibilità della Davidoff nella persona di Claugio Sgroi, avremo il privilegio di poter assaggiare separatamente le tre differenti foglie che compongono il sigaro Davidoff, "torcite" per l`occasione in tre differenti sigari.
Un passo in avanti per poter iniziare a conoscere e meglio apprezzare gli sforzi fatti dai maestri ligadores per la realizzazione dei Sigari realizzati a Santo Domingo dalla prestigiosa Maison ginevrina.
E` un`occasione unica e difficilmente ripetibile che, per essere apprezzata al meglio, ci costringe a limitare i posti a soli 20 partecipanti.
Vi consigliamo pertanto di prenotare il prima possibile, in modo da non rischiare di perdere questo importante appuntamento.
PROGRAMMA
ORE 15:30 Registrazione Partecipanti
ORE 16:00/17:00 Discorso introduttivo di Claudio Sgroi, Brand Manager di Davidoff
ORE 17:00/17:30 coffee Break
ORE 17:30/19:00 Degustazione dei 3 sigari
ORE 19:00/20:30 Aperitivo a buffet
ORE 20:30 Risotto
A seguire Cognac Davidoff

Posti disponibili: 20.

Quota di partecipazione: 20,00 Euro

Chiediamo cortesemente di confermare la partecipazione alla serata mandando una mail all`indirizzo info@cigarclubambrosiano.it



Avatar utente
Roberto Tancredi
Messaggi: 324
Iscritto il: 27 ago 2003 02:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: Cigar Club Valle D-Aosta
Località: Aosta
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecnic

Messaggio da Roberto Tancredi » 11 nov 2008 19:07

Complimenti.......[ok][ok][p][p][p]


Roberto

Avatar utente
Herzog
Messaggi: 2069
Iscritto il: 18 mag 2004 02:00
Cigar Club CCA: PuroMotivo Torino Cigar Club

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecni

Messaggio da Herzog » 12 nov 2008 10:06

ottima iniziativa
Mi sembra che qualcosa del genre sia stato realizzato in passsto anche con i sigari cubani, o sbaglio?

Avatar utente
nanoeizio
Messaggi: 1160
Iscritto il: 09 giu 2005 19:47
Cigar Club CCA: PuroMotivo TCC
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecn

Messaggio da nanoeizio » 12 nov 2008 10:20

Catania.
Non è perché le cose sono difficili che non osiamo, ma è perché non osiamo che sono difficili

Avatar utente
Mr.Japan
Messaggi: 2409
Iscritto il: 25 ago 2004 02:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: AmiCigar Club Campania Felix
Località: Avellino
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tec

Messaggio da Mr.Japan » 12 nov 2008 16:11

Miiiiiz...

Complimenti!
"...and I have met people, people who are so poor. So poor that the only thing they have is money" - Don Alejandro Robaina

Avatar utente
bob_rock
Messaggi: 1868
Iscritto il: 22 apr 2004 02:00
Cigar Club CCA: Cigar Club Ambrosiano Milano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecnic

Messaggio da bob_rock » 12 nov 2008 16:42

ci sono ancora tre posti disponibili.... quindi faccio un appello a chi non vuole lasciarsi sfuggire questo evento!! [ok]
Stjep (aka bob_rock)

Avatar utente
Roberto Tancredi
Messaggi: 324
Iscritto il: 27 ago 2003 02:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: Cigar Club Valle D-Aosta
Località: Aosta
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecni

Messaggio da Roberto Tancredi » 18 nov 2008 10:10

Come mai nessun commento sulla serata???????????

Avatar utente
morellick
Messaggi: 1754
Iscritto il: 02 nov 2004 01:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: CCAmbrosiano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecn

Messaggio da morellick » 18 nov 2008 23:00

Perchè Davidoff ci sta antipatica e non merita un commento ......;)

Solo giornate incasinate e poco tempo hanno ritardato il mio personale commento:

-incontro didatticamente ineccepibile e che credo appartenga o debba appartenere agli incontri di un club CCA per lo spirito di divulgazione e ampliamento della cultura sigarofila che questo veicola;

-ho avuto la fortuna di essere ospite di Davidoff a Firenze qualche mese fa (http://www.habanosday.it/forum/post.asp?id=6966 ) e quindi ero in parte preparato sia agli argomenti che alla cordiale ospitalità di Claudio Sgroi (Brand Manager Davidoff che a "sfregio del titolo" non se la tira neanche un po` e sa comunicare passione e informazioni in modo cristallino);

-sapere quali sono i cicli produttivi (almeno quelli divulgabili) della maison svizzera e qualche numero sulla stessa nonchè alcune differenze tecniche cosruttive e mission di Davidoff, allarga gli orizzonti e fa riflettere sull`essere fumatori consapevoli;

Gli argomenti trattati sono stati molti e l`esperimento al quale siamo stati invitati era sostanzialmente diverso da quello praticato a Catania ove abbiamo assaggiato un sigaro fatto di solo seco, uno di solo volado ed uno di solo ligero (vero Camillo???).

Qui si sono assaggiati tre sigari realizzati con 3 differenti tipi di tabacco ( un tipo di tabacco per ciascun sigaro: Olor; San Vincnte e Piloto) con tutte le foglie (l`equivalente di seco , volado e ligero tanto per intenderci) al loro posto.
Queste 3 tipologie di tabacco assieme alle 3 tipologie di foglie per ogni tipo di tabacco creano una matrice di leve variabili sulle quali i maestri ligador di Davidoff agiscono per creare ricette finalizzate a dare una costanza di prodotto nel tempo.

-è incoraggiante sapere che Davidoff ha una scorta minima di foglie di 7 anni;
-è necessario sapere che i sigari Davidoff fatti a mano nel 2007 a S.Domingo sono stati 32.000.000 di pezzi;
-è preoccupante sapere che per riuscire a testare in modo definitivo una nuova varietà di tabacco in Davidoff sono necessari 9 anni.
-è bello scoprire come chi partendo prevenuto su cio` che non è cubano magari si scopra a dubitare delle proprie certezze o quantomeno si scopra meno monolitico di prima

E una moltitudine di altre cose che non possono che far bene a chi è interessato a scoprire ambiti del mondo del tabacco che non si riferiscono necessariamente solo a Cuba.

D.
...la speranza è l'ultima a morire ma la prima ad ammalarsi...
IN BOWLING TRACK WE TRUST !

Avatar utente
dik
Messaggi: 5248
Iscritto il: 11 mag 2001 23:16
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: Cigar Club Ambrosiano
Località: Milano
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tecn

Messaggio da dik » 18 nov 2008 23:17

Cari amici del Forum,
come potete notare dalla mia ormai cronica assenza da queste pagine fumose, inizio ad essere un po` troppo impegnato, ed il tempo che riesco a dedicare ai sigari, si perde giustamente in compiti con precedenza.
Uno di questi è certamente l`organizzazione degli eventi che con il Cigar Club Ambrosiano stiamo allestendo in questo ultimo anno.
E` proprio per parlare di uno di questi eventi che ho deciso di trovare un po` di tempo, perchè credo ne valga veramente la pena.
L`Evento che si è tenuto sabato è stato veramente un Evento di livello, una pietra miliare per quanto riguarda il nostro Cigar Club, ma penso una pietra miliare anche e soprattutto per quanto riguarda tutto il circuito dei Cigar Club legati a CCA.
Dopo tanto tempo di richieste, proposte, etc. finalmente l`anno scorso a Firenze ho trovato un interlocutore interessato a parlare dei Sigari come siamo stati abituati dagli amici Cubani di Diadema ed Habanos.
Il tutto, per quanto riguarda il Cigar Club Ambrosiano, si è poi concretizzato nella giornata di sabato, dove grazie all disponibilità di Claudio Sgroi, VERO APPASSIONATO di Sigari, a mio avviso al pari di Chema, ci ha parlato in maniera più calda dei vari Francisco, Pedro, Henky e chi più ne ha più ne metta.
Il seminario che già a Firenze mi aveva colpito ed affascinato, per noi è stato implementato, arrivando a più di un`ora di trattazione.
Sapendo la nostra passione per i dettagli, FINALMENTE E DOPO TANTE MIE RICHIESTE ai tanti importatori extra-Cuba, con Claudio sono riuscito a sentir parlare delle migliori piantagioni di Santo Domingo, dei tanti passaggi differenti da quelli utilizzati a Cuba per arrivare dal seme, e prima ancora dal terroir, fino alla cenere nel posacenere del fumatore.
Da una testing delle singole 3 differenti varietà di tabacco con cui si realizzano i sigari Davidoff, si è arrivati ad un vero e proprio seminario dedicato alle papille gustative, agli aromi, al percorso del tabacco per diventare sigaro, alla degustazione vera e propria... a mio avviso una FONDAMENTALE lezione, che dovrebbe far parte integrante del Corso Catador (ove Catador sta ad indicare, come per il Sommelier, il Conoscitore del Sigaro, e non il Conoscitore di UN sigaro).
Penso che una lezione del genere debba essere proposta in tutti i Cigar Club, per permettere finalmente di poter parlare anche dei Sigari non Cubani con la stessa conoscenza che ci permette di parlare e criticare i sigari cubani. Penso che, riprendendo le parole scrittemi via mail da un amico dell`Ambrosiano, questa possibilità che abbiamo grazie al "nuovo corso di Davidoff", possa permettere di toglierci qualche dubbio, qualche prevenzione, qualche luogo comune riguardo a questi sigari, molto blasonati, ma anche molto sconosciuti.

Spero mi scuserete se non mi dilungo nei dettagli della giornata, ma trovo molto più importante segnalarvi le sensazioni di riuscita che ho provato, anche se spossato, a fine giornata sabato.
Cigar Club per me vuol dire SOPRATTUTTO questo. Il Mondo del sigaro conosciuto REALMENTE a 360 gradi.

Per il resto cosa aggiungere.....
Dovevamo iniziare alle 15:30, ma a causa di qualche ritardatario abbiamo iniziato alle 16:00
Durante la presentazione/lezione di Claudio c`è stata la massima attenzione, e di questo ringrazio i miei Associati per la loro disponibilità e Claudio per essere riuscito con i suoi tanti "perchè" a catturare l`attenzione di tutti.
Verso le 17:30/18:00 abbiamo iniziato a fumare i testing cigar rivestiti con la precisione che solo gli svizzzeri potevano mettere, nelle loro fascettine numerate.
Dopo le 18:30 abbiamo finalmente fumato il Complete, che finalmente anche i più oltranzisti sono riusciti a capire ed apprezzare.
Verso le 19:30 una bella risottata preceduta da un piccolo happy hour, per poi continuare la serata con altri bei sigaroni gentilmente offerti da Claudio come il Cognac Davidoff Extra che ha accompagnato le tante chiacchiere in pieno spirito conviviale CCA.
Io ho concluso la serata con un ottimo AVO 70.

Non rileggo perchè non ho voglia e tempo per farlo.... e poi perchè ho sempre scritto di getto quello che penso, buttato sul notepad le mie sensazioni, fin dai primi interventi di tanti anni fa, e quindi se ho dimenticato qualcosa, sbagliato qualcosa, fatto errori di grammatica o altro..... vi chiederei di soprassedere e catturare unicamente il succo delle mie sensazioni.

Un salutone fumoso

Andrea
...io non sono come voi!

Avatar utente
Roberto Tancredi
Messaggi: 324
Iscritto il: 27 ago 2003 02:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: Cigar Club Valle D-Aosta
Località: Aosta
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tec

Messaggio da Roberto Tancredi » 19 nov 2008 09:24

Complimenti[p][p][ok] bellissimo resoconto.
[m][m]

Roberto


Cigar Club per me vuol dire SOPRATTUTTO questo. Il Mondo del sigaro conosciuto REALMENTE a 360 gradi.[ok][ok][ok][p][p][p]

Avatar utente
baledan
Messaggi: 582
Iscritto il: 01 ott 2003 02:00
Nazione: italia
Cigar Club CCA: Sigarando

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario te

Messaggio da baledan » 19 nov 2008 10:18

Ero presente,e niente posso aggiungere a quanto detto da Morelli e Dik che hanno fotografato perfettamente il livelo della giornata sia per contenuti che per senzazioni.
Una nota personale, come Segretario Nazionale e Co- Responsabile Eventi della CCA, è che mi impegno a inserire il "seminario "Davidoff nel circuito nazionale e metterlo a disposizione di tutti quei Club che vorranno aderire. Ho già parlato con Claudio Sgroi in tal senso che si è detto più che disponibile a replicare tale evento presso i club del circuito che si dimostreranno interessati.
Ricordiamoci tutti che CCA vuol dire
Cigar (tutti)Club Association !!, al di là dei gusti personali del singolo fruitore.

Daniele

Avatar utente
Herzog
Messaggi: 2069
Iscritto il: 18 mag 2004 02:00
Cigar Club CCA: PuroMotivo Torino Cigar Club

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario te

Messaggio da Herzog » 19 nov 2008 10:19

da incompetente pressoché totale per quel che riguarda i sigari non cubani, plaudo all`inziativa, alla sua realizzazione e allo spirito che vi ha guidati. Auspico riedizioni di questa e altre iniziative simili.
F

Avatar utente
Herzog
Messaggi: 2069
Iscritto il: 18 mag 2004 02:00
Cigar Club CCA: PuroMotivo Torino Cigar Club

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario t

Messaggio da Herzog » 19 nov 2008 10:25

mi permetto inoltre di aggiungere e ribadire che, dal basso della mia capacità di comprensione, mi pare che seminari teorici e (soprattutto) pratici di tal genere potrebbero aggiungere ulteriore efficacia ai corsi per catadores. Immaginate lezioni impartire in collaborazione con Diadema, Davidoff, Maccaferri (sigh) e altri, accanto ai relatori.

Avatar utente
buzz
Messaggi: 8996
Iscritto il: 03 feb 2004 01:00
Cigar Club CCA: Civithabana Cigar Club
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tec

Messaggio da buzz » 19 nov 2008 10:39

Grazie Davide, Andrea & Daniele, siete stati non solo chiarissimi ma soprattutto coinvolgenti. Credo che la collaborazione con gli altri importatori sia auspicabile, sempreché loro appunto, come anticipato da Daniele, siano disponibili.

Buona giornata

Claudio
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." François-Marie Arouet (Voltaire)

Avatar utente
Mr.Japan
Messaggi: 2409
Iscritto il: 25 ago 2004 02:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: AmiCigar Club Campania Felix
Località: Avellino
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario te

Messaggio da Mr.Japan » 19 nov 2008 12:58

Complimenti ancora per la bella riuscita dell`evento, sono sicuro che il Sig. Sgroi e` stato all`altezza e mi prenoto fin d`ora per una sua venuta ad Avellino nel prossimo futuro.

Ma una domanda la vorrei fare a chi ha fumato non solo i tre Cuvee (Olor,San Vicente e Piloto) ma anche le altre prelibatezze : potete fare una mini descizione delle tre fasi della fumata con la sua ,eventuale, evoluzione?
"...and I have met people, people who are so poor. So poor that the only thing they have is money" - Don Alejandro Robaina

Avatar utente
morellick
Messaggi: 1754
Iscritto il: 02 nov 2004 01:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: CCAmbrosiano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario t

Messaggio da morellick » 19 nov 2008 14:25

Ginello ,
sfido chiunque dei presenti a fare una descrizione del genere dopo aver assaggiato tre sigari , ovviamente non finiti e scomposti per definizione poichè incompleti ed un quarto invece di normale produzione, a quel punto il palato era ovviamente brasato, ma ancora abbastanza presente per avvetire la rotondità del prodotto se paragonato ai 3 fratell precednti.
In Davidoff non si parla propriamente di terzi e gli obbiettivi dichiarati sono quelli di fare prodotti "non il piu` simili possiile ai cubani" ma secondo obbiettivi diversi , la cosa e` bene spiegata nel seminario illustratoci da Claudio e quindi credo nel prossmo futuro avrai tutte le delucidazioni che cerchi e sono certo che molte altre domande sorgeranno.
Ad esempio la foglia nei Davidoff viene girata di 180 gradi rispetto ad Habanos. (La punta della foglia scostolata e` nel piede), altri dominicani invece seguono la stessa tecnica cubana ecc ecc ecc.

Ciao;
D.
...la speranza è l'ultima a morire ma la prima ad ammalarsi...
IN BOWLING TRACK WE TRUST !

Avatar utente
Herzog
Messaggi: 2069
Iscritto il: 18 mag 2004 02:00
Cigar Club CCA: PuroMotivo Torino Cigar Club

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da Herzog » 19 nov 2008 14:50

vedo che una simile descrizione del seminario di Sgroi era stata pubblicata su questo sito lo scorso anno
http://www.cigarassociation.it/Articoli ... asp?art=24
Tanto per fare paragoni, chiedo a chi era a Catania: mi pare di ricordare che quei sigari costì provati, composti rispettivamente di solo seco, volado e ligero fossero, contrarimente ai qui descritti Davidoff da test, tutto sommato fumabili.
Ricordo bene, o l`ho solo immaginato?

Avatar utente
Mr.Japan
Messaggi: 2409
Iscritto il: 25 ago 2004 02:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: AmiCigar Club Campania Felix
Località: Avellino
Contatta:

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da Mr.Japan » 19 nov 2008 15:54

Davide sei stato chiarissimo.[ok]

A quando una fumata insieme o a CXXXXXa ti precettano?;)
"...and I have met people, people who are so poor. So poor that the only thing they have is money" - Don Alejandro Robaina

Avatar utente
morellick
Messaggi: 1754
Iscritto il: 02 nov 2004 01:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: CCAmbrosiano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da morellick » 19 nov 2008 23:44

Io a Catana c`ero e non ricordo che i sigari da esperimento fossero granche` fumabili.
Anche se quelli di solo ligero da qualche palato arcigno e unto di focaccia sono stati apprezzati, ad altri invece hanno causato un gran cerchio alla testa.
...la speranza è l'ultima a morire ma la prima ad ammalarsi...
IN BOWLING TRACK WE TRUST !

Avatar utente
abby
Messaggi: 2132
Iscritto il: 05 gen 2007 16:04
Cigar Club CCA: Civithabana

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da abby » 20 nov 2008 09:35

Caro Morellik

il lavoro fatto è eccellente.
L`unica cosa che non capisco è il perchè si sottolinei il paragone con i cubani. Ben vengano nuove proposte. Anzi, a stò punto spero la cosa si ripeta altrove per potervi partecipare.
Credo, però, sia bene ricordare che stiamo parlando di sigari diversi.
Conosco alcune persone che fumano solo toscano e parlano malissimo dei cubani, non ho mai ingaggiato una battaglia, ognuno ha i suoi gusti (per la cronaca,io fumo anche i toscani)
Personalmente l`unico mio discriminante con i sigari è che sia buoni. Fumo quasi sempre cubani perchè per trovare un buon extracubano spendo molto di più (e.g. Pedron, Fuente, Davidoff) e non li trovo facilmente dalle mie parti.

Una domanda sulla disposizione delle foglie (non per aprire una polemica, ma voglio soddisfare, come sempre, la mia "infantile" curiosità ).

Conosco il motivo per il quale in un havana la fogli si dispone con la punta verso la testa (e la motivazione, credo, prescinda da dove sia cresciuta la foglia e quale sia il sigaro nella quale venga annegata), ma qual è il motivo per il quale nei Davidoff è al contrario? Non credo che sia solo per provare, visto che, a quel che leggo, non ti riferivi ai sigari da voi fumati ma a quelli che si trovano generalmente in commercio.

Grazie per aver tracciato il sentiero.
Aniello
eXtraordinary cigars: Welcome to the "Real Smoke".

Avatar utente
Jaime
Messaggi: 1780
Iscritto il: 30 apr 2004 02:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: Alto Salento Cigar Club

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da Jaime » 20 nov 2008 10:04

Da quanto esposto dev`essere stato davvero un Evento di gran livello, dunque complimenti agli amici dell`Ambrosiano e alla grande disponibilità di Davidoff e di Sgroi. Tutte le osservazioni fatte sull`arricchimento culturale che riviene da questi imperdibili appuntamenti sono dunque assolutamente centrate. Penso davvero che si sappia troppo poco sul mondo del sigaro, sia esso cubano, extracubano o anche solo italiano (cioè toscano). Ha ragione Dik quando dice che questi appuntamenti dovrebbero essere parte integrante dei corsi catadores. E in effetti nella definizione del II° livello si sta lavorando proprio in questa direzione, visto che sarà concesso molto spazio alle produzioni extracuba. Sarebbe bello poter avere alle lezioni contributi di tale livello. Faremo tutto il possibile perchè questo possa realizzarsi.
Ancora complimenti[ok][ok][ok]
Saludos

Avatar utente
Chioccia
Messaggi: 639
Iscritto il: 02 feb 2006 19:16
Nazione: ITALIA
Cigar Club CCA: CIVITHABANA

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da Chioccia » 20 nov 2008 10:16

Bellissima ed interessantissima iniziativa, ragazzi...mi prenoto presso il mio segretario nazionale per poter avere la possibilità di realizzare con il mio club evento similare[ok][ok]

Avatar utente
morellick
Messaggi: 1754
Iscritto il: 02 nov 2004 01:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: CCAmbrosiano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da morellick » 20 nov 2008 22:26

CCA ha nel DNA Cuba per un monte di ragioni giuste o sbagliate che siano e quindi senza ipocrisia mi sento di dire che un confronto con i cubani ci viene spontaneo anche se stiamo fumando un sigaro di cioccolato.
Il nuovo corso CCA , come forse mai nel passato, (ma posso essere smentito perche` io non ho vissuto gli albori e i primi anni di CCA e quindi potrei sbagliarmi) , si sta aprendo a tutte le esperienze, dal nostrano del Brenta al Brasile purche` possano arricchirci nel nostro diletto.
Claudio Sgroi non ha mai cercato il confronto con Cuba durante la giornata ma noi probabilmente si`.
Ci e` stato spiegato che la ragione per la quale Davidoff pone le foglie con la punta al piede e` perche` cosi` si segue la linea della "costanza" enfatizata molto durante l`incontro.
Il desiderata di Davidoff è quello di non avere una evoluzione cosi` scaglionata come i cubani hanno (almeno didatticamente parlando).
In altre parole si fumano prima le zone particolarmente ricche di oli essenziali perche` quando si arriva a quelle meno ricche (1/2 sigaro e oltre) , per meccanica di fumata le stesse le percepiamo intense comunque.
Questo perche` Davidoff enfatizza la costanza di fumata anche nell`evoluzione e quindi anzicchè avere i famosi 3 gradini cubani preferisce avere una rampa dolce dominicana.

A seguito di cio` io gia` qualche mese fa mi ero riproposto di accendermi un lusitania al contrario e vedere cosa accadeva ma non ho ancora concretizzato l`ipotesi sperimentale.

Cosi` come mi sono chiesto quale era la ragione per cui l`evoluzione di un sigaro per noi non è solo una caratteristica del sigaro ma un pregio.

Lo ho anche chiesto sul forum e sostanzialmente ne e` venuto fuori che la sola ragione per cui di "evoluzione piu` ce n`e` meglio e` " è perchè l`alternativa è noiosa.
Dopo questa indagine allora (in fase di pippa esagonale doppia marinelliana sul centrale di Rolland Garros ) non ho potuto non richiamare alla memoria qualche fumata epica e qualche momento in cui ho avuto le lacrime agli occhi fumando qualcosa di particolarmente buono e chiedermi " se io avessi un sigaro magico che potesse regalarmi per l`intera fumata questi momenti epici ne sarei contento?" la risposta e` stata affermativa . Eppure questo sarebbe un sigaro senza evoluzione.....ovviamente l`estremizzazione è poco praticabile pero` invito tutti a chiedersi perche` per noi l`evoluzione e` un dogma e deve esserci .

Fatti una domanda e datti una risposta......
...la speranza è l'ultima a morire ma la prima ad ammalarsi...
IN BOWLING TRACK WE TRUST !

andreamarinelli

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da andreamarinelli » 20 nov 2008 23:08

quando si parla di pippe e mi si cita... mi commuovo sempre come la prima volta! :]
sono ancora qui che mi mangio le mani per non essere riuscito a venire, vorrà dire che parteciperò agli incontri a Civitanova oppure ad Avellino...
quello che mi piace, facile retorica a parte, è l`evidenza di una trovata curiosità intellettuale, che per me è un valore di per sè. riduce l`ignoranza, riduce il prendersi troppo sul serio e, se anche produce risultati non sempre brillanti, almeno fa apprezzare di più (o forse solo meglio) ciò che abitualmente si consuma, cioè i sigari cubani.

qualcuno ha chiesto/si è disquisito nel corso della serata dei seguenti temi che mi stanno a cuore:
- la differenza di receta/liga tra le diverse linee di davidoff (soprattutto millenium blend, serie 1000, serie classica, serie speciali)?
- se i davidoff non evolvono in tercios, evolvono con l`invecchiamento? cioè invecchiano oppure si affinano? si, no, ni, so, boh? e, soprattutto, perchè???

comunque, quannocevòcevò, BRAVI!

Avatar utente
morellick
Messaggi: 1754
Iscritto il: 02 nov 2004 01:00
Nazione: Italia
Cigar Club CCA: CCAmbrosiano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario

Messaggio da morellick » 21 nov 2008 14:26

Io la prima volta mi sono spaventato mica commosso.......
Queste domande non hanno fatto parte della discussione .

D.
...la speranza è l'ultima a morire ma la prima ad ammalarsi...
IN BOWLING TRACK WE TRUST !

Avatar utente
Superciuk
Messaggi: 5481
Iscritto il: 21 gen 2003 01:00

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario t

Messaggio da Superciuk » 21 nov 2008 14:31

Ma se si facesse a Torino tu ci parteciperesti?

Avatar utente
bob_rock
Messaggi: 1868
Iscritto il: 22 apr 2004 02:00
Cigar Club CCA: Cigar Club Ambrosiano Milano

[Cigar Club Ambrosiano] 1, 2, 3... Sigaro. Seminario tec

Messaggio da bob_rock » 23 nov 2008 21:47

[%]
Immagine
Stjep (aka bob_rock)

Rispondi